home

email

curriculum

racconti

teatro

articoli

poesie

ricette
anarchiche

les cousiniers dangereux
il cd


mostre



 


A quanto ne sai talvolta

  
Vuoi che ti raccontiamo del '36 spagnolo?
per mia figlia Irene


vuoi che ti raccontiamo del '36 spagnolo?

era
il paese dei pesci
dice una conchiglia matta
       (Irene dorme con una cassa tra le braccia)

il cuore miniatura del cuore
dicono due ragazze che partono
       (Irene dorme con una gattina tra le braccia
       i piedi legati con ghirlande di margherite
       e arance dolci sotto la testa. parole
       arricciano i suoi capelli
       trasparenti emozioni uccidono la notte)

un secchiello di grano
dicono senza silenzi tre grilli innamorati
       (Irene dorme con una promessa di cera tra le braccia)

       potremmo essere in una piazza
       o solo sulla riva del mare
       e pensare a tutto quello che rimane
       (come se tornassimo ora dalla Ramblas)
       camminare e non fermarci mai
       per poter vedere conchiglie
                             ragazze
                                    grilli.



da "Poeti del Dissenso", TraccEdizioni









                                                                                                    
  
Come se il tremito di due terzi di Core

E' bella la pace

Irene vestita di giallo

La morte cavalca cavalli

La nonna della notte

Ogni stato che aveva

Per un soldato solo destra e sinistra

Questo ABRACADABRA

Questo paese quasi toscano

Di cosa scrivono questi giovani poeti?

Saltando fuori dalle siepi

Sogno numero millenovecentocinquanta

Vieni

Vuoi che ti raccontiamo del '36 spagnolo