home

email

curriculum

racconti

teatro

articoli

poesie

ricette
anarchiche

les cousiniers dangereux
il cd


mostre







A quanto ne sai talvolta

  
Ogni stato che aveva


(Nel 1984 ogni Stato che aveva a cuore la salvezza di se stesso, oltre a ben mitragliare con televisori & giornalisti perforanti, condensò sogni da studio - propaganda nazionale, produttività industriale e altre cose scaricasovversione - in speciali cilindri plastici e dalle basi di Baikonur o da Cape Dallas o altri luoghi segreti li lanciò nello spazio trasmettendoli, tramite raggi vibranti, nelle menti dei dormienti. Vecchia storia cancellata)

Senti questo sogno ancora vergine (vero, mister Reagan?)

Allen Ginsberg seduto su di un masso dell'Acropoli di Atene
in posizione esatta da alimentare da spettacolo
            -ma è agosto e tutti si allontanano da casa -

piattole             diamanti
e       del papa     e
pulci                rubini
questo solo è sicuro di tutti
i propositi di povertà cristiana
e alla guardie svizzere
è arrivato un carro armato svedese
in lega leggera-ultraresistente-sterilizzata
tutto giallo con il cannone rosso vivo
(77 monache 77 già sospirano assieme)

il livello delle armi è troppo alto
e tutti vivono con il loro peso
sulle palle degli occhi
comunque sono per/fe/tta/men/te indifferenti
"i miei figli devono avere ciò che io non ho avuto!" dicono
ma il doppio di zero è zero
e anche il triplo e quattro volte di più
ma sembra diverso

i guerriglieri
han nascosto tutti i cessi
e gli addetti alla cultura
si son cagati sin nelle serie scarpe comode
e le loro tessere d'identità
fanno una puzza tale
che sono costretto ad esibire
un risveglio alla Little Nemo.

       Questo viaggio a Laputa è stato diffuso su vasta area
       rovinando due cicli di:
              Eroi di guerra e del lavoro
              Eroi della passione
              Eroi contro gli infedeli
              Eroi John Wayne da gioielleria

Nell'illusione di aver
sviluppato ogni parte di me
spendo i soldi dello Stato
per una zucca a crescita rapida
che mi solleva - veloce come un URRAH! -
nel posto desiderato

esso ha due superfici
l'una specchio dell'altra
diritto e rovescio ripetuti
gioia e tristezza
libertà e prigionia
calma e inquietudine
o che altro mi viene in mente di volere vedere
e il vento cosmico fa rotolare questo paese
così velocemente che non vi è un tempo
definito per l'una o per l'altra.
Raramente si ferma. Lì è così.
VIAGGIA MEGLIO CHI STA FERMO
*ma non riuscirà a dimagrire nel senso terrestre*

Un cavallo è senatore
un sasso presidente
e un vaso di gerani ambasciatore
ma Dio è sceso a Nazareth non a Laputa
che non ha costruito aeroporti per ali divine

conosco cinque donne

casa di piumette bianche

con i riccioli neri già selvaggiamente bagnati
che dopo giorni secolari di fracasso
rendono noto che:
      Jack Hirschman non è mai troppo lontano
e il suo piede timbra i figli delle domande
- MAZZAMANEDDU - rivoluzionario

il fiume Gange nasce dallo scolo delle reti populiste
di Nat Scammacca - un siciliano a Creedmore -
solo per poche stagioni poi
dal dito indice destro di Santa Genoveffa
perduta nel bosco con tanto tempo libero
avendo nemmeno la gioiosa canna del fucile
di Alfredo Maria Bonanno da lucidare
pensa troppo al suo anello mal usato

i dollari non riescono a gorgheggiare
- sarà l'aria che tira -
senza testa non resistono un istante.

Profezia:     dietro al cancello biancheggiano
              le ossa primitive
              delle truppe cammellate politike
              domani saranno Erba Medica Marziana.

Laputa ha dei monti, se ce li volessi mettere, / poggiati su un velo di polvere di qualsiasi cosa P.P. / pestata nel Laccato Mortaio della Giustizia
                                                 without chemical additives
                                         sans aucune addition de composants chimiques
                                                   ohne chemische zusaetze

barbe fiammeggianti al tramonto
        alberi Vera Bellezza Profumata
in prospettiva geometrica sdraiati su di un mantello
        mai visti uomini infelici
mai inizio & mai fine nel Bosco Nichilista
        da tutte le parti utili insorgete pubblicamente
guerreggiate con il potere dell'immaginazione liberata
lontani dalle religioni occidentali & orientali
dei libri stampati per affilare le spade degli ufficiali
dai genitori frustrati con le natiche poggiate su tronetti familiari
dalle prigioni del lavoro imposto o negato
dalle sentenze di ogni tipo di giudice
dai candidati politici dai mille falsi riflessi
van bene metodi vecchi e nuovi

è un fatto personale, Gaetano,

per chiunque è

nei secoli infedele.



da "NA", aprile 1981




                                                                                                    
  
Come se il tremito di due terzi di Core

E' bella la pace

Irene vestita di giallo

La morte cavalca cavalli

La nonna della notte

Ogni stato che aveva

Per un soldato solo destra e sinistra

Questo è ABRACADABRA

Questo paese quasi toscano

Di cosa scrivono questi giovani poeti?

Saltando fuori dalle siepi

Sogno numero millenovecentocinquanta

Vieni

Vuoi che ti raccontiamo del '36 spagnolo